Ariccia, Casa Divin Maestro, 30 Aprile 2017:  “Giornata splendida, meravigliosa”… “Che gioia appartenere alla Famiglia Paolina”…  “Che ideale grandioso di famiglia nel beato don Giacomo Alberione…”  

Sono solo alcune immediate espressioni, uscite dalle labbra del centinaio di partecipanti, rappresentanti della Famiglia Paolina dei Castelli Romani che hanno goduto di una giornata di gioiosa fraternità.

Quando non c’è foschia lo sguardo arriva fino al mare. Al di là del lago e delle ville, gli occhi più aguzzi intravedono gli alberi maestri e le vele delle navi. Si potrebbe stare per ore, in piedi, incantati dietro I vetri dei corridoi. O, se la stagione non è troppo rigida, mettersi a osservare, seduti sulla panchina messa lì quasi a strapiombo sull’acqua nella quale si specchia Castelgandolfo.

Domenica pomeriggio, nella Casa del Divin Maestro retta dai Paolini sono iniziati gli Esercizi spirituali per il Papa e la Curia Romana. Al centro delle nove meditazioni quaresimali, guidate dal padre francescano Giulio Michelini, è il tema della Passione, morte e risurrezione di Gesù secondo il Vangelo di Matteo. Il Papa insieme ai cardinali della Curia è arrivato ad Ariccia intorno alle 16.50 a bordo di un pullman. Dopo la sistemazione nella camere, l'introduzione, l'adorazione eucaristica e i vespri.